About


Matteo Leorato, il marmo come paradigma progettuale

Le origini venete e le memorie di viaggio,
l’esperienza in bottega e l’esercizio all’intuizione
convivono nei progetti in marmo di un designer dalle radici italiane
e dalla visione internazionale

La progettazione come modalità per creare oggetti a loro agio con le persone. Il tema portante della pulizia formale, perché con il marmo, materiale nobile e dagli stretti margini di errore, non si può sbagliare. E ancora oltre, i ricordi dell’infanzia e le memorie sensoriali dei viaggi in Australia, a New York, in Cina, tra esperienze di vita e formazione professionale. Tutto confluisce in un approccio di lavoro che vede il risultato in oggetti dal fascino discreto, nati dall’alchimia tra rispetto dei materiali e armonia delle forme. Matteo Leorato nasce a Verona e del Veneto porta con sé l’attitudine verso la conoscenza pratica in grado di condurre all’intuizione progettuale, affinata da uno sguardo internazionale costruito attraverso la prolungata esperienza all’estero, che continua a sviluppare da Barcellona, città dove attualmente vive e lavora.

L’arte del materiale
Ma è l’incontro con il marmo – grazie alla direzione artistica dell’azienda Mondo Marmo Design – a permettere al designer di sviluppare pienamente la sua visione originale, basata su una pulizia formale dettata dalla stessa materia, lavorata per sottrazione, che rende necessaria una conoscenza lenta, da acquisire con il tempo, in bottega. Perché il marmo sa ricompensare gli sforzi facendo maturare idee progettuali pulite ed equilibrate, in cui l’innovazione tecnologica aleggia da sempre, a partire dal perfezionamento, secoli fa, del pavimento a terrazzo, proprio nel Triveneto. 

Filosofia
Il lavoro di Matteo Leorato mette a fuoco la volontà di sviluppare oggetti in equilibrio tra armonia e curiosità: proporzioni chiare ed equilibrate, animate da una tensione in grado di richiamare altre forme, o funzioni. A questi elementi si aggiunge, come aspetto chiave del design contemporaneo, l’interazione con le persone: come racconta lo stesso designer “mi trovo solitamente lontano dal concetto di oggetto-statua, amo invece quei prodotti che si animano attraverso la gestualità delle persone che li rendono vivi: l’orologio a molla è sicuramente l’oggetto che rispecchia maggiormente questa filosofia”.

Progetti in marmo
Tutto torna nei prodotti: la lampada in marmo Block Round per Mondo Marmo Design, basata su una forma primitiva come il cilindro, possiede all’interno un nucleo luminoso che richiama l’illuminazione al neon, in una sintesi equilibrata tra ironia e armonia. La serie di tavolini Loggia per Portego, ispirata alle architetture greco-romane e realizzata completamente in terrazzo veneziano, rimanda ad un piccolo edificio domestico che sembra avere cambiato destinazione d’uso per imparare nuovi gesti e interazioni. Con Mondo Marmo Design sviluppa il tema dell’innovazione tecnologica con il lavoro Marmo Alleggerito – pannelli in polietilene e alluminio che sostengono sottilissimi strati lapidei – e poi attraverso l’originale ricerca sul terrazzo alla veneziana di Progetto Rialto. Il tradizionale pavimento diventa infatti oggetto di una rivisitazione contemporanea basata su nuovi pattern, dai disegni lievi ed essenziali, ottenuti attraverso inserti in marmo dai colori calmi e bilanciati, come il bardiglio, il rosa perlino, il bianco carrara e il breccia sarda. Progetti armonici, equilibrati, con un aspetto iconico dai rimandi oltre il tempo, proprio come suggerito dal marmo stesso.